Comune di Militello in Val di Catania (CT)

Consulta Giovanile

Affinché le Amministrazioni avviino una vera e propria progettualità nel campo delle politiche giovanili - così come prevede la "Carta di partecipazione dei giovani alla vita municipale e regionale" - è necessario promuovere la costituzione di una "Consulta giovanile". Il Comune di Militello in Val di Catania, con delibera di Consiglio Comunale n. 7  nella seduta del 05-03-2014, ha istituito la Consulta Comunale Giovanile , per la promozione delle politiche giovanili, ai sensi dell'art. 16 dello Statuto del Comune di Militello in Val di Catania(Ct) adottato dal Consiglio Comunale con delibera n. 2 nella seduta del 05/01/2005. La Consulta Giovanile è aperta a tutti i giovani, appartenenti alla fascia di età compresa tra i 16 e i 30 anni, del territorio che desiderino farne parte. In un momento in cui la realtà giovanile è in continuo movimento e le problematiche che la riguardano sono molteplici e complesse, le Amministrazioni devono ritenere importante e fondamentale il momento di confronto, istituzionalizzando un luogo specifico dove i giovani possono avere la parola sui problemi riguardanti il Comune, assicurando così una formazione alla vita democratica ed alla gestione della vita cittadina. La Consulta Giovanile Comunale è un luogo privilegiato di confronto e dibattito democratico ove raccogliere, da un lato, sollecitazioni e proposte su tutto ciò che può riguardare la condizione giovanile per poi riportarlo al Consiglio Comunale e, dall'altro come momento di ricaduta delle iniziative nell'ambito in cui ogni organizzazione opera. Per questo motivo la Consulta Giovanile è il primo punto di riferimento dell'Amministrazione per quanto riguarda il rapporto con la realtà giovanile organizzata. Ciò fa sì che la Consulta possa davvero avere potere propositivo in materia di interventi a favore dei giovani, nei confronti del Consiglio Comunale. Inoltre assicura la gestione di un bilancio annuale assegnato al Consiglio comunale che rappresenta una parte del bilancio giovanile del Comune. Compito della Consulta in questi anni dovrà anche essere quello di rapportarsi sempre di più con le realtà giovanili non organizzate e con i numerosi gruppi informali presenti in città.